Home / Diritti e risposte / CCNL Commercio: facciamo chiarezza sul preavviso per dimissioni o licenziamento
ccnl commercio preavviso dimissioni licenziamento

CCNL Commercio: facciamo chiarezza sul preavviso per dimissioni o licenziamento

Tanti lavoratori che si vedono applicato il CCNL del commercio mi domandano quali siano i termini del preavviso in caso di licenziamento o dimissioni e le variabili che li determinano sono molte e dipendono dall’anzianità di servizio e dal livello contrattuale. Orientarci un po’ sulla normativa potrebbe risultarci utile. E allora andiamo a dare uno sguardo alla materia.

I termini del preavviso sono pari a dei giorni di calendario. In caso di inosservanza del periodo di preavviso, scatta l’obbligo di erogare l’indennità sostitutiva del preavviso che è pari alla normale retribuzione (paga base, indennità di contingenza, ecc.), ad esclusione dello straordinario e dei rimborsi spese.

I lavoratori del settore in caso di dimissioni sono tenuti ad osservare un termine di preavviso stabilito contratto. Allo stesso modo, in caso di licenziamento, i datori di lavoro sono tenuti concedere il periodo di preavviso al lavoratore prima dell’ultimo giorno di lavoro indicato nella lettera di licenziamento.

Il preavviso va concesso sia in caso di dimissioni che di licenziamento.

In caso di inosservanza dei termini di preavviso, scatta il diritto all’indennità sostitutiva del preavviso che si concretizza, nel caso di licenziamento senza preavviso, in una indennità che spetta in busta paga al lavoratore; mentre nel caso di dimissioni senza osservanza del periodo di preavviso, in una trattenuta in busta paga pari all’indennità sostitutiva del preavviso prevista dal CCNL.

Vediamo quali sono i termini di preavviso e quale è e come si calcola l’indennità sostitutiva del preavviso nel caso il rapporto di lavoro termini prima che sia stato osservato quest’ultimo periodo di preavviso.

Preavviso licenziamento nel CCNL Terziario, Distribuzione e Servizi – Confcommercio

I termini di preavviso riguardano il recesso, quindi la dimissione del lavoratore o licenziamento del datore di lavoro, da un contratto a tempo indeterminato e disciplinati dall’art. 234 del CCNL:

I termini di preavviso, a decorrere dal primo o dal sedicesimo giorno di ciascun mese, sono stabiliti in base all’anzianità di servizio.

Fino a cinque anni di servizio compiuti:

Quadri e I livello: 60 giorni di calendario;
II e III livello: 30 giorni di calendario;
IV e V livello: 20 giorni di calendario;
VI e VII livello: 15 giorni di calendario.

Oltre cinque anni e fino a dieci anni di servizio compiuti:

Quadri e I livello: 90 giorni di calendario;
II e III livello: 45 giorni di calendario;
IV e V livello: 30 giorni di calendario;
VI e VII livello: 20 giorni di calendario.

Oltre dieci anni e fino a dieci anni di servizio compiuti:

Quadri e I livello: 120 giorni di calendario;
II e III livello: 60 giorni di calendario;
IV e V livello: 45 giorni di calendario;
VI e VII livello: 20 giorni di calendario.

Preavviso dimissioni nel CCNL Commercio – Confcommercio

I termini di preavviso in caso di dimissioni sono cambiati dall’accordo di rinnovo del 26 febbraio 2011. In caso di dimissioni volontarie sono disciplinati dall’art. 241 del CCNL: sarà corrisposto al lavoratore dimissionario il trattamento di fine rapporto di cui all’art. 236. Le dimissioni devono essere rassegnate in ogni caso in maniera elettronica presso un patronato e il preavviso decorre dal primo o dal sedicesimo giorno di ciascun mese:

Fino a cinque anni di servizio compiuti:

Quadri e I livello: 45 giorni di calendario;
II e III livello: 20 giorni di calendario;
IV e V livello: 15 giorni di calendario;
VI e VII livello: 10 giorni di calendario.

Oltre cinque anni e fino a dieci anni di servizio compiuti:

Quadri e I livello: 60 giorni di calendario;
II e III livello: 30 giorni di calendario;
IV e V livello: 20 giorni di calendario;
VI e VII livello: 15 giorni di calendario.

Oltre dieci anni e fino a dieci anni di servizio compiuti:

Quadri e I livello: 90 giorni di calendario;
II e III livello: 45 giorni di calendario;
IV e V livello: 30 giorni di calendario;
VI e VII livello: 15 giorni di calendario.

Se il dipendente non ha dato il preavviso, il datore di lavoro ha facoltà di ritenergli dalle competenze nette una somma pari all’importo della retribuzione di fatto di cui all’art. 195 corrispondente ai periodi di cui al comma precedente, comprensiva dei ratei di 13^ e 14^ mensilità.

Su richiesta del dimissionario, il datore di lavoro può rinunciare al preavviso, facendo in tal caso cessare subito il rapporto di lavoro. Ove invece il datore di lavoro intenda di sua iniziativa far cessare il rapporto prima della scadenza del preavviso, ne avrà facoltà, ma dovrà corrispondere al lavoratore l’indennità sostitutiva nelle misure di cui al comma precedente per il periodo di anticipata risoluzione del rapporto di lavoro.

Come si calcolano i giorni di preavviso nel contratto commercio? La decorrenza è dal primo o dal sedicesimo giorno di ciascun mese. Ciò significa che se la dimissione o il licenziamento avviene ad esempio in data 12 del mese, il preavviso da rispettare dalla parte recedente decorrerà dal giorno 16. Viceversa se la dimissione o il licenziamento avviene ad esempio il giorno 23 del mese, il termine di preavviso decorrerà dal giorno 1 del mese successivo.

I giorni di calendario per il preavviso nel contratto commercio sono pari a un numero di giorni, compreso sabato e domenica o giorni comunque di riposo o non lavorati, pari a quelli indicati. Ovvero se il preavviso da rispettare è di 20 giorni e il giorno successivo alla data di dimissione o licenziamento è un sabato o domenica, si conterà nel calcolo.

Indennità sostitutiva preavviso nel CCNL Terziario, distribuzioni e servizi Confcommercio

È disciplinata dall’art. 235 che recita: “Ai sensi del secondo comma dell’art. 2118 c.c. in caso di mancato preavviso al lavoratore sarà corrisposta una indennità equivalente all’importo della retribuzione di fatto di cui all’art. 195 corrispondente al periodo di cui all’articolo precedente, comprensiva dei ratei di 13a e 14a mensilità”.

Questo articolo del CCNL fa riferimento a quanto disciplinato dall’art. 2118 del codice civile, che tratta il recesso dal contratto a tempo indeterminato. Il codice civile legittima il preavviso nel contratto collettivo laddove precisa che “Ciascuno dei contraenti può recedere dal contratto di lavoro a tempo indeterminato, dando il preavviso nel termine e nei modi stabiliti”.

E al comma 2 richiamato dall’art. 235 del CCNL stabilisce che “In mancanza di preavviso, il recedente è tenuto verso l’altra parte a un’indennità equivalente all’importo della retribuzione che sarebbe spettata per il periodo di preavviso”.

Ammontare dell’indennità sostitutiva del preavviso.

L’art. 234 del contratto commercio stabilisce che va erogata al lavoratore, in caso di licenziamento senza rispetto del preavviso, o va trattenuta al lavoratore, in caso di dimissione senza rispetto del preavviso, “un’indennità pari alla retribuzione di fatto di cui all’art. 195″

Art. 195 del CCNL Commercio:

La retribuzione di fatto è costituita dalle voci di cui al precedente art. 193 nonché da tutti gli altri elementi retributivi aventi carattere continuativo ad esclusione dei rimborsi di spese, dei compensi per lavoro straordinario, delle gratificazioni straordinarie o una tantum, e di ogni elemento espressamente escluso dalle parti dal calcolo di singoli istituti contrattuali ovvero esclusi dall’imponibile contributivo a norma di legge.

Ed è proprio l’art. 193 del CCNL che parla delle voci della busta paga che vanno incluse nel calcolo dell’indennità sostitutiva del preavviso. E più precisamente:

La normale retribuzione del lavoratore è costituita dalle seguenti voci:

  • a ) paga base nazionale conglobata;
  • b) indennità di contingenza (con conglobamento dell’EDR);
  • c) terzi elementi nazionali o provinciali ove esistenti;
  • d) eventuali scatti di anzianità per gli aventi diritto ai sensi del precedente art.192;
  • e) altri elementi derivanti dalla contrattazione collettiva.

In sostanza per il numero di giorni di preavviso sopra stabiliti al lavoratore, in caso di licenziamento senza preavviso, spetta una misura dell’indennità pari alla normale retribuzione in busta paga, che è generalmente indicata nella parte alta del cedolino dove ci sono gli elementi fissi e continuativi della retribuzione.

Il CCNL esclude, come si può leggere dall’art. 195, i rimborsi spese, il lavoro straordinario, i compensi una tantum e i compensi esclusi dall’imponibile previdenziale Inps. Inoltre va evidenziato che al lavoratore spetta un’indennità sostitutiva del preavviso che comprende il rateo di tredicesima e quattordicesima mensilità.

Termini di preavviso CCNL commercio contratto a tempo determinato

Il preavviso non è contemplato nel contratto a tempo determinato, che è un contratto nel quale viene apposto un termine. In caso di recesso anticipato dal contratto a termine si osservano le regole e in caso di recesso da parte del datore di lavoro, il lavoratore ha diritto ad essere risarcito con tutte le retribuzioni che gli sarebbero spettate fino alla scadenza del contratto.

Il preavviso per il contratto di apprendistato nel CCNL Commercio

Il contratto di apprendistato nel CCNL Commercio prevede nella sua normativa la possibilità di recedere da durante il periodo formativo e di apprendistato. Vanno comunque osservati i termini di preavviso, che sono gli stessi previsti per i lavoratori in forza fino a cinque anni di servizio compiuti.

Segui Not 4 $al€ su Facebook

About Francesco Iacovone

Mi occupo di tutela collettiva dei diritti dei lavoratori. A me piace definirmi un lavoratore prestato al sindacato, anche se formalmente faccio parte dell’Esecutivo Nazionale Cobas [Read more]

Leggi anche

malattia lavoro diritti risposte

La malattia: un diritto sempre più precario

E’ ancora valido il principio per il quale, in caso di malattia, il lavoratore ha …

57 Comm.

  1. Ciao,
    Ma in caso di dimissioni volontarie da parte del lavoratore i termini del periodo di preavviso vengono ridotti del 50%?
    Grazie mille

  2. Buongiorno,

    sono un apprendista, dipendente Calzedonia, con 10 mesi di lavoro presso appunto questa azienda.
    Ho il 6° livello (appunto in apprendistato), quanto ho di preavviso? 10 o 15 giorni?

    Grazie mille

  3. Buongiorno,

    mi potreste chiarire se con contratto Quadro (lavoro da meno di 5 anni) quanti giorni di preavviso devo dare? 45 o 60?

    grazie mille

  4. Buongiorno. Ho un contratto a tempo DETERMINATO che scade il 28 febbraio2019: se io dessi le dimissioni venerdì 20 luglio 2018 e cominciassi a lavorare nell’altra azienda lunedì 23 luglio, ho comunque un preavviso di 30 gg da rispettare, o posso andarmene quando voglio, senza subire alcuna trattenuta o ritorsione? Grazie e saluti. AL.

  5. Buongiorno dr Iacovone,

    se dovessi lasciare il posto di lavoro 15 gg lavorativi prima del termine del mio periodo di preavviso il calcolo dell’indennizzo che dovrei pagare all’azienda è pari alla mia retribuzione lorda x 15? Oppure i ratei per la 13° e 14° sono da aggiungere, e nel caso come si calcolano?
    Mi conferma inoltre che il sabato (che per me non è un giorno lavorativo) non va conteggiato ai fini del pagamento dell’indennizzo?

    Grazie mille e saluti,

    Silvia

    • Buongiorno, i 15 giorni le verrebbero sottratti, i ratei di 13esima e 14esima maturano se ha lavorato almeno 15 giorni più 1 nel mese corrente e i giorni del preavviso sono da intendersi di lavoro.

  6. Buongiorno, sono un lavoratore a tempo indeterminato di III livello con un contratto CCNL Commercio Terziario al 3 anno di lavoro. Qual è la durata del mio periodo di preavviso? Se prima della rassegna delle dimissioni, sono state concordate delle ferie, come vengono contatati i giorni di ferie precedentemente accordati?

  7. Buongiorno, ho un contratto a tempo indeterminato di secondo livello commercio. Quando ho firmato il contratto, la società ha indicato un periodo di preavviso di 6 mesi in caso di dimissioni. L’azienda, può effettivamente andare contro al contratto nazionale e richiedere così tanto preavviso?
    Grazie

  8. Buongiorno,
    Ho un contratto a tempo indeterminato come primo livello e con meno di 5 anni di anzianità. In caso di dimissioni dovrei dare 45 giorni di calendario come preavviso corretto? Non capisco perché vedendo in internet il ccnl commercio indichi 60 giorni senza indicare i 45 giorni che indica lei con il cambio avvenuto con l’accordo di rinnovo del 26 febbraio 2011.
    Grazie
    Buona giornata
    Filippo

  9. Buongiorno , ho un contratto a tempo indeterminato di 3 livello commercio assunto da 8 mesi , il mio preavviso non capisco dal suo articolo se è 20 o 30 giorni ? inoltre prima delle dimissioni sono state concordate anche le ferie estive presumo non vengano conteggiate ( possono essere revocate dal datore di lavoro ? ) inoltre se dovessi lasciare 10 gg prima della scadenza del preavviso ? vado incontro a qualche sanzione da parte dell’azienda ?
    Grazie

  10. Buonasera,ho un contratto di 5 livello apprendistato commercio, lavoro da 10 mesi. Quali sono i tempi di preavviso per le dimissioni? Grazie

  11. Buongiorno,
    Ho un contratto a tempo determinato di 5^ livello del commercio, teoricamente ho letto che il preavviso é di 20 giorni di calendario, ma in tanti siti leggo che avendo un data prestabilita dovrei risarcire il datore di lavoro se mi dimetto é vero?

  12. Buongiorno Francesco..io ho un contratto commercio part time (24ore) a tempo indeterminato da 9 anni..il tempo di preavviso è sempre di 30gg non facendo un full time??

  13. Buonasera
    Ho il contratto di quinto livello di commercio, a tempo determinato. Tra due mesi mi scadrà il contratto, voglio dare le dimessini questo mese. Quanti giorni di preavviso devo dare?
    Grazie mille

  14. Buongiorno Francesco e davvero complimenti vivissimi per il tutto lavoro che fai con questo sito.
    Avrei una domanda riguardo le dimissioni CCNL commercio impiegato di 5° livello. Come posso dare correttamente le dimissioni? Ho letto che dal 12 marzo 2016 le dimissioni devono essere esclusivamente date in maniera telematica, ma su altri siti non se ne fa menzione. Può darmi dei chiarimenti su questo aspetto? E sono corretti i 20 giorni di preavviso, su altri siti ho trovato che i giorni di preavviso sono 15.

    Grazie ancora

  15. Buongiorno,ho un contratto a termine come scaffalista 6livello per 16ore settimanali(peraltro mansione fasulla).Posso aver capito male e lo spero perché mi sembra assurdo,ma il contratto non prevede dimissioni salvo giusta causa??Cosa che peraltro avrei,ma non oso immaginare inoltrarmi in una giusta causa e dimostrare soprattutto. Se può aiutarmi a capire la ringrazio.

  16. Buonasera signor Iacovone
    Ho un contratto a tempo determinato part-time a 39 ore settimanali con scadenza il 31 ottobre 2018 iniziato a marzo 2018.
    Come devo fare per dimettermi il prima possibile senza perdere troppi soldi
    Grazie
    Valerio

  17. Buongiorno, vorrei sapere avendo un contratto a termine e lavorando da 1 anno commercio 4 livello quanti giorni di preavviso devo dare? Grazie.
    Se i giorni dovessero essere 15 do le dimissioni il 15settembre e il 1 Ottobre sono libero?

  18. buonasera. io lavoro come aiuto pasticciere 4

    ° livello, segnata part-time 9 ore settimanali,( lavoro full time). lavoro da 9 anni e oggi ho mandato al datore di lavoro la lettera raccomandata di preavviso con decurrenza dal 27 settembre al 23 ottobre. le dimissioni via telematica quando le devo presentare?

  19. LUCA
    Salve , solo adesso e per casualita’ ,mi accorgo di essere stato assunto con contratto ccnl commercio con livello 6, ma in busta paga risulta livello 7. Tutto questo puo’ essere normale? Grazie

  20. Buongiorno,
    contratto CCNL commercio 1o livello, tempo determinato con scadenza il 31 ottobre. Non ho capito quanto dovrebbe essere il preavviso.
    Grazie in anticipo e complimenti per il lavoro.

  21. buonasera.
    Io ho un contratto commercio terziario a tempo indeterminato da quasi 4 anni, 24 ore settimali, 4°livello.
    Quanti giorni di preavviso devo dare per le mie dimissioni? e la decorrenza è sempre 1° o 16° giorno del mese?
    Un’altra cosa: se sono 20 giorni e io volessi lavorarne 10 e gli altri 10 pagare l’eventuale indennità?
    Perchè avrei urgenza di andare via.
    Grazie.

    • I termini di preavviso, a decorrere dal primo o dal sedicesimo giorno di ciascun mese, fino a cinque anni di servizio compiuti al 4° livello sono 15 giorni di calendario. Se va via prima le trattengono la quota relativa al preavviso.

  22. Buongiorno, devo rassegnare le dimissione ho un contratto a tempo indeterminato terziario distribuzione e servizi, livello 4, e lavoro da 1 anno e mezzo. I tempi di preavviso sono 15 o 20 giorni?

    Grazie

  23. Salve ho contratto a tempo indeterminato livello D, il ccnl dice che ho 15gg di preavviso, ma l’azienda mi ha fatto firmare una documento, al momento dell’assunzione, in cui accettavo di far parte di una cooperativa in cui i tempi di preavviso arrivano a 45gg, se io volessi chiudere oggi con loro il rapporto di lavoro e rispettare la scadenza del 1° del mese per il conteggio dell’indennità, nella comunicazione telematica devo inserire ultimo giorno di lavoro 29 Settembre e decorrenza delle dimissioni 30 Settembre, oppure devo mettere ultimo giorno di lavoro 30 Settembre e decorrenza delle dimissioni 1 Ottobre?
    Grazie.

  24. Buongiorno
    avrei bisogno di un’informazione. Ieri mi son dimessa verbalmente dalla ditta in cui lavoro da 6 anni e mezzo, settore commercio. (mi è stato chiesto di attendere venerdì per inviare le dimissioni telematiche)
    Mi sembra di aver capito che indipendentemente da quando invio le dimissioni telematiche, il conteggio dei 20 gg di preavviso parte dal 16/10. Premesso che devo necessariamente iniziare una nuova attività lavorativa il 05/11, quanti gg mi verranno scalati?
    Inoltre nel piano ferie avevo segnato per un impegno personale un gg di ferie per il 14/10. Potrebbero togliermi la giornata di ferie già stabilita?

  25. Buongiorno. Ho un contratto CCNL del commercio del 3° (Part Time 70%) a tempo indeterminato. Assunzione dicembre 2015. Ho chiesto nel giugno 2016, 5 mesi di aspettativa non retribuita. Se dovessi dare al momento le dimissioni, quanti giorni di preavviso devo considerare? 20 o 30? Grazie mille per la disponibilità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.