coop cobas gkn

Cobas, Coop e Protezione civile al fianco dei lavoratori Gkn di Campi Bisenzio: parte la colletta alimentare.

Una larga alleanza per rispondere all’attacco sferrato dalla multinazionale.

I lavoratori GKN – Melrose sono senza lavoro. In più di 400. Famiglie intere buttate per strada con una missiva dalla sera alla mattina. Una realtà produttiva storica che scompare con tutto il suo indotto e con tutte le conseguenze e ricadute su un territorio già fortemente provato dalla crisi e dal Covid. Abbiamo fatto appello a Coop Amiatina, per la sua storia e per i valori di cui si fa portatrice, di contribuire mediante una campagna di “colletta alimentare” da istituire in tutta la rete coinvolgendo soci e cittadini. La risposta è stata positiva e immediata: nei prossimi giorni sarà posizionata nei punti di vendita di tutta la rete una postazione con adeguata comunicazione.

Questa è solidarietà vera e trasversale. Lavoratori, sindacato, azienda, soci e consumatori tutti assieme per una causa giusta. In queste ore, inoltre, la protezione civile di Abadia San Salvatore ha messo a disposizione i mezzi per il trasporto del ricavato della colletta alimentare. Insomma, una larga alleanza per rispondere all’attacco sferrato dalla multinazionale.

Una pagina vergognosa del nostro Paese che fin dall’inizio ci ha visto “insorgere” supportando tutte le iniziative di lotta promosse dai lavoratori della Gkn. In queste ore le tute blu presidiano la Regione Toscana per ottenere risposte concrete. Questo Paese ha bisogno di una legge anti delocalizzazione nell’immediato per evitare che queste brutte storie divengano strutturali.

I Cobas richiamano i ministri competenti alla difesa delle produzioni industriali del nostro Paese. Bisogna finirla di subire le delocalizzazioni, utili soltanto ad abbassare il costo del lavoro e la pressione fiscale.

About Francesco Iacovone

About Francesco Iacovone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.