Home / Violenza di genere / Commessa incinta e “in nero” si sente male, ma non può andare a casa

Commessa incinta e “in nero” si sente male, ma non può andare a casa

Stamane mi sono imbattuto su questo post, pubblicato su uno dei tanti gruppi Facebook  su cui si sfogano le commesse e i commessi. Qualcuno penserà che è un caso isolato, e invece no. Purtroppo è quasi la norma.

Sono al 4 mese di gravidanza. Non ho contratto e premetto che sono la responsabile nonché unica addetta alla vendita!!! Praticamente sono quasi 2 anni che faccio tutto io!!!!Il mio titolare è a conoscenza della mia gravidanza. Ieri cambio di stagione da sola come sempre solo che adesso determinati sforzi dovrei evitarli. Da stamattina non mi sento molto bene e gli ho chiesto se poteva sostituirmi almeno mezza giornata!!! Mi ha detto, a modo suo, no!!! Non avendo contratto, non avendo praticamente nessun diritto come mi devo comportare? Dovrei andarmene?

Per averne conferma basta andare all’ispettorato del lavoro una mattina qualunque e scoprire la solita giornata di ordinaria follia. In fila tra una chiacchiera e l’altra, ti rendi conto che la gran parte delle Donne-Mamme sono lì per vidimare il loro licenziamento e dichiarare di non aver ricevuto pressioni dal datore di lavoro. Alla faccia della legge che tutela l’occupazione femminile.

È ora di dire basta e denunciare queste condizioni di lavoro che ci riportano al medioevo. Se avete situazioni simili sono qui a raccogliere le vostre testimonianze.

facebook commessa incinta

About Francesco Iacovone

Mi occupo di tutela collettiva dei diritti dei lavoratori. A me piace definirmi un lavoratore prestato al sindacato, anche se formalmente faccio parte dell’Esecutivo Nazionale Cobas [Read more]

Leggi anche

commessa incinta ispettorato

Commessa incinta: una vergognosa corsa a ostacoli

Ciao ragazze, sono Arianna e faccio la commessa. Volevo condividere con voi quello che mi …

Un commento

  1. Responsabile di un punto vendita al centro commerciale mdopo 3 anni non mi rinnovano il contratto perché resto incinta. Il mio augurio è che anche loro restino in mezzo alla strada sola e con una neonata in braccio e con un mutuo sulle spalle

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.