Home / Lavoro / Di Maio promette di modificare il decreto Monti: ricordaglielo sulla sua pagina Facebook
di maio decreto monti facebook

Di Maio promette di modificare il decreto Monti: ricordaglielo sulla sua pagina Facebook

Luigi Di Maio, Ministro del Lavoro e dello Sviluppo Economico, si è fatto strappare la promessa di rivedere il Decreto Monti e di regolamentare le chiusure domenicali e festive. Il 20 giugno, durante una manifestazione dei Cobas, è uscito dal Ministero e ha postato un video sulla sua pagina Facebook che ritrae proprio il momento del suo “certo” alla mia domanda precisa (minuto 15 del suo video).

Successivamente lo stesso Di Maio ha ridimensionato la sua promessa, limitando a 8 giornate festive le chiusure degli esercizi commerciali, durante un’intervista a Carta Bianca su Rai3. Bene, facciamo sentire la nostra voce e lasciamo un commento sul post di quel giorno alla sua pagina Facebook, per testimoniare che le promesse sono belle se mantenute.

Segui Not 4 $al€ su Facebook

About Francesco Iacovone

Mi occupo di tutela collettiva dei diritti dei lavoratori. A me piace definirmi un lavoratore prestato al sindacato, anche se formalmente faccio parte dell’Esecutivo Nazionale Cobas [Read more]

Leggi anche

commessa lavoro dio

La commessa: “non ringrazio certo Dio se lavoro”

“C’è gente che pagherebbe per fare il vostro lavoro” (il lavoro in questione è la …

12 Comm.

  1. Caro Di Maio…ho lottato come una bestia per convincere molti a votare 5 stelle per poter finalmente cancellare la legge Monti riguardante le aperture. Molti compreso io ,le ho dato piena fiducia. Oggi la situazione nei negozi è allo stremo.
    È l’ora di agire!…
    Si ricordi che sono tantissimi i lavoratori del settore che le hanno dato il voto..
    Ma attenzione…perché molti non voteranno più m5s se non verranno abolite o almeno regolamentate le aperture della domenica..
    E allora in un attimo ….dalle stelle alle stalle..
    E sarebbe veramente un disastro per l’italia.

  2. Romina Ferrante

    Spero tantissimo che le chiusure domenicali vengano rispettate e che potremo tornare alle nostre famiglie ..a giocare coi nostri figli …che dopo una dura settimana scolastica vogliono stare con i propri genitori….sarebbe un sogno che si realizza …sarebbe l’inizio del vero cambiamento….sarebbe un ritorno a valorizzare la domenica come giorno di riposo per tutti.Com’erauna volta …il giorno della famiglia unita in armonia

  3. Caro Di Maio, le promesse vanno mantenute e spero che lei le mantenga riguardando le chiusure domenicali e quelle festive.

  4. Basta con queste domeniche e soprattutto i festivi. Nessun risultato. Per favore dacci una mano e porta al più presto in Parlamento l’abolizione di quel fatiscente decreto di quel falso e ridicolo cattolico di Monti.

  5. Nadia Cattabriga

    Caro Di Maio, sinceramente anche se da anni ormai non credo più nella politica io ho votato 5 stelle solo per questa sua proposta. Mantenga le promesse e ci ridia dignità e giusto riposo insieme alla nostra famiglia! Pure i nonni sono stanchi di dover crescere i nostri figli come se fossero loro i genitori.. (cosa che hanno già fatto con noi quando eravamo piccoli), e non si lasci imbarbagliare dalle solite lamentele di altre categorie che danno servizi diversi e sicuramente più utili del comprare un paio di mutande o 1 litro di latte solo alla domenica perché si sentono soli e non hanno di meglio da fare che pascolare in centri commerciali. So che ci sono sicuramente altre priorità, ma aver subito questo scempio del decreto salva Italia di Monti ormai da 6 anni non le sembra già abbastanza? Confido nella sua parola! Grazie.

  6. ecco che salta fuori il “cazzaro” che risiede in tutti i politici compreso Di Maio. Salta anche fuori la sua incompetenza facendosi prendere per il naso da Salvini con emergenze inesistenti ma che hanno costo zero e portano voti. Invece Di Maio promette redditi di cittadinanza, domeniche chiuse e poi si rende conto che queste cose costano e non può farle… mi ricorderò delle tue promesse fasulle, caro Di Maio

  7. Caro ministro Di Maio, le parlo da lavoratrice del commercio che da un giorno all’altro con il decreto Monti mi sono ritrovata ad aver sì un lavoro e uno stipendio, per carità, però a non avere più una vita sociale e a fare tutto all’incontrarlo di tutti. Fare le capriole per uscire, stare con il proprio ragazzo, godersi le feste con la famiglia! Ora che sono in maternità non le dico quanto mi sto godendo tutte le festività a casa e le domeniche e al solo pensiero di dover tornare a fare la vita di prima, con una bimba piccola, mi prende male perché se non cambierà nulla mia figlia la domenica e per le festività non vedrà mai i genitori assieme, ma solo il babbo perché la mamma deve lavorare. Avrà anche lei una famiglia e una vita privata, perché non si immedesima in noi e fa davvero qualcosa per i tanti lavoratori del commercio? Non credo proprio che questo le farà diminuire i voti alle prossime elezioni, anzi! Non stiamo sputando nel piatto dove mangiamo, ma vogliamo lavorare e vivere bene anche noi. La prego, ci aiuti!

  8. Caro Di Maio, le promesse vanno mantenute. Tu hai detto che farai chiudere tutti i centri commerciali la domenica: è ora di passare dalle parole a i fatti se non vuoi perdere i voti, e ti consiglio di farlo da subito!

  9. Domeniche libere o cmq volontarie

  10. Salve Di Maio, le domeniche e festivi sempre aperti erano per agevolare le assunzioni. Bene in tutti questi anni li ho visti solo per cambio personale con meno ore e meno personale e più assenza in famiglia. Spero che una soluzione si trovi.. volevo aggiungere una cosa che non c’entra niente con domeniche è festivi.. riduciamo anche l’età pensionabile forse riusciremo a goderne se non passiamo a miglior vita e i giovani avrebbero un posto di lavoro.. forse l’ho detta grande ma lavoriamo anche per questo.

  11. Come potete pensare che si possano fare figli ed evitare la malattia se non ridate ai lavoratori la possibilità delle relazioni sociali e familiari?….Questo peserà sulle casse future della sanità..

  12. Sii lavoratori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.