dolce gabbana donne

Dolce & Gabbana: oggi ad aver perso sono le donne

Ministero del Lavoro, un martedì come tanti. Mi trovo di fronte alla spietatezza di una multinazionale, Dolce & Gabbana, che ha deciso di licenziare due donne senza appello, due donne che avevano già pagato con la salute il duro prezzo del profitto.

Una sconfitta che fatico a mandare giù. Pamela è una mamma, Valentina invece porta i segni di una intossicazione “guadagnata” nel rogo di Fiumicino del giugno 2015. Le guardo sgomento e penso che oggi hanno perso le donne, tutte le donne.

Un licenziamento assurdo che impugneremo come discriminatorio. Una sconfitta segnata da una Legge che lascia poco spazio alla coscienza, al ragionamento e al buon senso. Una Legge che portaa la firma di una donna, della Dott.ssa Fornero.

Davanti a noi la Commissione Ministeriale. Io e le lavoratrici da una parte e un avvocato e due dirigenti d’azienda dall’altra. Dolce & Gabbana ha mandato a rappresentarla 3 donne, che come la Fornero sono spietate e senza cuore. La discussione è accesa, ma non un passo indietro. D’altronde la Legge è dalla loro parte.

Scorgo il disappunto della Commissione Ministeriale. L’impressione è che sia in palese disaccordo con questi ingiusti licenziamenti, d’altronde nulla può fare, se non ricercare una bonaria composizione della vertenza.

Ma nulla ha potuto contro la caparbia ostinazione di quelle 3 donne che non hanno minimamente empatizzato con le altre due. Con la maternità della prima e con la malattia dell’altra. Loro avevano soltanto un obiettivo, licenziare quelle due povere ragazze. Senza una ragione né un motivo, senza un tentennamento né un rimorso.

Sono rattristato e sto cercando la forza per riorganizzare le idee e trovare il modo di rispondere a questo attacco. La causa legale non basta certo a ridare dignità a Pamela e Valentina. Ma quello che mi ferisce di più è il pensare che quelle 3 donne d’azienda si sono servite di una Legge che porta la firma di un’altra donna, per licenziare due lavoratrici di cui una madre.

Insomma, oggi credo di aver assistito ad una cocente sconfitta, oggi credo che oltre ad aver perso Pamela e Valentina, in fondo abbiano perso tutte le donne… almeno un po’.

About Francesco Iacovone

About Francesco Iacovone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.