Home / Diritti e risposte / La busta paga: come si legge?
busta paga diritti risposte pensieri parole

La busta paga: come si legge?

La busta paga, croce e delizia dei lavoratori tanto da rappresentare uno degli argomenti più frequenti che aleggiano nelle stanze sindacali. Tra detrazioni, trattenute, assegni familiari, superminimi, addizionali (tutto quel groviglio di voci che troviamo in busta paga), il lavoratore molto spesso fatica a comprendere se la retribuzione effettiva da lui percepita corrisponde a quella spettante.

La busta paga (chiamata anche prospetto paga o cedolino paga), è un documento che il datore di lavoro ha l’obbligo di fornire al lavoratore, relativo all’importo della retribuzione da questi percepita, per un determinato periodo di lavoro. La busta paga riporta inoltre le trattenute relative alle imposte e gli enti di previdenza sociale.

La parte alta della busta paga contiene tutti i dati riguardanti il lavoratore e il datore di lavoro: il CCNL applicato in azienda, la data di assunzione e, nel caso in cui il rapporto fosse cessato o a tempo determinato, quella di fine rapporto. Nella parte alta della busta paga possiamo verificare la qualifica, il livello e l’eventuale percentuale di part-time. In questa sezione sono indicati inoltre gli elementi che compongono la retribuzione:

  • la paga base, determinata dal contratto collettivo in base alla categoria, la qualifica del lavoratore e agli scatti di anzianità (aumenti periodici della retribuzione stabiliti dai contratti collettivi);
  • la contingenza, ovvero l’indennità, pensata inizialmente per compensare la perdita di potere d’acquisto delle retribuzioni,  e rimasta congelata al 2001 divenendo un elemento fisso della retribuzione;
  • l’E.D.R. (elemento distintivo della retribuzione (somma mensile di € 10,33 per tredici mensilità, fissa per tutti i lavoratori del settore privato senza distinzione di qualifica o di contratto collettivo applicato).

Nella parte centrale della busta paga viene specificata la retribuzione effettiva che ci spetta: le ore ordinarie, le ore di straordinario, i premi e le indennità. Sempre in questa sezione troviamo la cosiddetta retribuzione indiretta, cioè i giorni di ferie goduti, i permessi, la malattia, le festività, l’infortunio, la maternità, etc.

Quando dovute, sono indicate anche altre somme corrisposte (la tredicesima o quattordicesima mensilità, anticipi sul TFR, premi di produttività, etc.).

Insomma, questa è la sezione variabile della busta paga che riassume tutto ciò che viene pagato al lavoratore per il mese di riferimento, ovviamente al lordo delle trattenute e dei contributi.

La parte bassa della busta paga è dedicata a trattenute fiscali (Irpef), contributi previdenziali e trattamento di fine rapporto (T.F.R.).

Questo breve video prova a fare ulteriore chiarezza senza la pretesa di voler essere esaustivo:

.

 

Aggiungo soltanto una considerazione: la voce della busta paga che genera le differenze retributive più elevate e che viene presa poco in considerazione dai lavoratori è quella del livello d’inquadramento (la classificazione del personale che determina il diverso trattamento economico e normativo). Sempre più spesso i lavoratori vengono adibiti a mansioni superiori rispetto alla loro reale classificazione. Questa violazione contrattuale costituisce per le aziende una notevole fonte di risparmio e per i lavoratori un altrettanto notevole abbattimento del salario, quindi…
 .
…Occhio al livello di inquadramento e conservate sempre le vostre buste paga.

Segui Not 4 $al€ su Facebook

About Francesco Iacovone

Mi occupo di tutela collettiva dei diritti dei lavoratori. A me piace definirmi un lavoratore prestato al sindacato, anche se formalmente faccio parte dell’Esecutivo Nazionale USB... [Read more]

Leggi anche

lavoro sicurezza diritti risposte

Sicurezza sul lavoro: se il virus fosse la cura?

Complimenti davvero e l’augurio che la sicurezza sul lavoro possa divenire “virale” !!! Complimenti per …

6 Comm.

  1. penserei che si eì arrivati alle stretta finale per il contratto gdo. Con la mossa di federdistribuzione con le sue aziende associate ( anche la mia) di togliere i fondi agli enti bilaterali scommetto qualsiasi cosa che a breve si firmera’ tutto e di piu’ e i confederati accetteranno ogni richiesta pur di non intaccare quei fondi x loro cosi preziosi

  2. non avresti qualcosa a riguardo da appendere in bacheca?
    grazie

  3. Ciao
    Nella mia busta full time maturano ferie x 19 giorni
    L’anno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.