Home / Lavoro / Lavoro domenicale: pesce d’aprile per i lavoratori del commercio

Lavoro domenicale: pesce d’aprile per i lavoratori del commercio

Oggi è primo aprile e il Governo fa lo scherzetto ai lavoratori del commercio. Un pesce d’aprile amaro che vede scomparire dalla scena finanche il dibattito sulle chiusure domenicali e festive. Inomma, sul lavoro domenicale nessun cambiamento in vista.
Guarda il video

About Francesco Iacovone

About Francesco Iacovone

5 Comm.

  1. Silvana Fracca

    È vergognoso, sfruttare così le persone. Dite che siamo in Europa, non è vero,gli altri stati la domenica non lavorano

  2. Invece dei centri commerciali e i negozi aperti la domenica e festivi apriamo gli ambulatori e gli uffici pubblici.

  3. Lavoro nel commercio da 20 anni, con passione e devo dire anche con divertimento. Ma il decreto di liberalizzazione ha portato : confusione, sfruttamento, disorganizzazione e nessun vantaggio. Oltre alla triste visione di famiglie che ‘zombeggiano’ di domenica.. Non si ha nessun incremento: SI SPALMANO SOLO I FATTURATI SU SETTE GIORNI INVECE CHE SU SEI. Di contropartita il personale che è rimasto quello del periodo con la domenica chiusa NON RIESCE AD AVERE UNA ROTAZIONE DI RIPOSO DOMENICALE.. per coprire le ore di apertura della domenica si toglie il presidio durante la settimana. Conseguenza: negozi sporchi, poca assistenza alla clientela, scarso rifornimento degli scaffali…Le aziende che urlano al licenziamento in caso di chiusura domenicale..dovrebbero vergognarsi perché assunzioni adeguate per l’aumento di ore di apertura non ci sono state.

  4. Aspetto Di Maio e Salvini a Pasquetta x vedere se lavorano

  5. Io grazie alle domeniche lavorate non sono riuscita a strare vicino ai miei cari finchè erano in vita è una
    vergogna
    UNIAMOCI SCENDIAMO IN PIAZZA

    NON aggiungo altro avrei tantissimi altri motivi per chiudere le DOMENICHE ma mi fermo troppo troppo arrabbiata ,conclusione DOMENICHE CHIUSE GRAZIE

Rispondi a Silvana Fracca Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.