Francesco Iacovone Blog Pensieri Parole

Su di me

Questo Blog è nato un po’ per caso. Nel maggio del 2014, l’Unione Sindacale di Base e Fabio Sebastiani, direttore responsabile di ControLaCrisi.org e storico giornalista del quotidiano Liberazione, mi hanno dato l’opportunità di partecipare ad un interessantissimo corso di web journalism. Durante il corso, Fabio mi ha assegnato come “compito per casa” la creazione di questo Blog personale: un’occasione per rivivere vertenze ed emozioni passate e per scrivere di quelle presenti e future. Con il tempo, è divenuto un luogo sicuro dove potermi rifugiare per non essere travolto dalla rabbia per la tanta ingiustizia sociale che il mio lavoro mi sbatte in faccia ogni giorno. Un luogo in cui poter raccogliere i pensieri per trasformarli in parole.

Questo Blog ora è anche un libro che racconta le vostre storie: NOT 4 $AL€Non siamo in vendita, questo è il grido che i lavoratori del commercio lanciano alle multinazionali e al popolo dei consumatori domenicali e festivi. Not 4 $al€ è un condensato dei racconti di molti di voi, che vuole far emergere le condizioni di sfruttamento, a volte anche violento, a cui sono sottoposti milioni di uomini e di donne che si guadagnano da vivere nei centri commerciali di periferia, nei negozi del centro delle nostre città o nei supermercati di prossimità. Il libro lo potete acquistare on-line o nelle librerie La Feltrinelli.

Ora ti chiederai: “Ma chi è Francesco Iacovone?”

Sono nato e convintamente vivo a Roma, una città che adoro. Nel tempo libero amo suonare la batteria. Tra la mie letture preferite ci sono i romanzi di Fëdor Dostoevskij, Franz Kafka, Paulo Coelho, Ernest Emingway, Hermann Hesse. Ma quello che amo di più, nei frammenti di tempo rubati al lavoro, è il poter passeggiare nel bosco con la mia compagna Irene e la nostra cagnolona Margot; magari con un libro tra le mani e le bacchette della Yamaha nella tasca dei blue-jeans. Cosa faccio per vivere? Mi occupo di tutela collettiva dei diritti delle lavoratrici e dei lavoratori. A me piace definirmi un lavoratore prestato al sindacato, anche se formalmente faccio parte dell’Esecutivo Nazionale USB Lavoro Privato.  Tutto qui, o quasi…

Se vuoi, puoi dare uno sguardo ai post che ho pubblicato su questo virtuale “diario di bordo” di un sindacalista, ma ancor prima di un uomo alle prese con tante storie, tanti lavoratori senza più tutele, tante persone sopraffatte da una crisi assassina; un uomo che, nonostante tutto, crede ancora nell’isola che non c’è. Magari ti verrà voglia di raccontarmi la tua storia o pormi le tue domande sugli argomenti trattati dal Blog. In tal caso inviami una e-mail all’ indirizzo postmaster@francescoiacovone.com



Segui Not 4 $al€ su Facebook

About Francesco Iacovone

Mi occupo di tutela collettiva dei diritti dei lavoratori. A me piace definirmi un lavoratore prestato al sindacato, anche se formalmente faccio parte dell’Esecutivo Nazionale USB... [Read more]

69 Comm.

  1. Buonasera avrei un libro da scrivere ma mi limito…allora sono tornata dalla mia seconda maternitá…mi é stato rifiutato il part time a favore di un’altra collega meglio vista per motivi di “favori” fatti ma non è questa la mia domanda…sono tutelata da qualche legge avendo un figlio di 14 mesi nel potermi opporre al lavoro domenicale?

    • Buongiorno melinda, lei è esentata dal lavoro domenicale fino ai 3 anni del bambino. Un saluto.

      • Grazie per l’informazione. Per favore mi da informazioni sulla legge perchè a lavoro mi hanno giá detto che non sono tenuti a esentarmi…grazie ancora

        • CCNL Commercio – Art. 141 – Lavoro Domenicale

          Nell’ambito della contrattazione di secondo livello, territoriale e aziendale, al fine di migliorare il livello di competitività, produttività ed efficienza organizzativa delle aziende del settore, potranno essere concordate modalità di attuazione del riposo settimanale di cui all’art. 9, comma 3 del d.lgs. 66/2003, che, tenuto conto della disponibilità espressa dai lavoratori, individui modalità idonee a garantire una equa distribuzione dei carichi di lavoro e delle presenze comprendendo tutto il personale.

          Vista la particolare disciplina che regola il lavoro domenicale previsto dal CCNL del terziario e dalle norme di legge vigenti, le Parti concordano che tale materia sia oggetto di contrattazione di 2° livello.

          In tale ambito, territoriale o aziendale, le parti dovranno disporre del calendario delle aperture previsto dalle disposizioni normative in materia per l’anno di riferimento.

          In attesa della realizzazione di quanto previsto ai commi 1 e 2, le Parti convengono, fermo restando le eventuali intese territoriali o aziendali successive all’entrata in vigore del CCNL 18 luglio 2008, di applicare la disciplina di cui ai commi successivi.

          Ferma restando l’applicazione delle maggiorazioni e dei trattamenti economici, anche su quanto previsto dal presente comma, previsti dalla contrattazione integrativa territoriale o aziendale sul lavoro domenicale, le aziende – al fine di garantire lo svolgimento del servizio in relazione alle modalità organizzative – hanno facoltà di organizzare per ciascun lavoratore a tempo pieno che abbia il riposo settimanale normalmente coincidente con la domenica, lo svolgimento dell’attività lavorativa nella misura complessiva pari alla somma delle domeniche di apertura originariamente previste dal d.lgs. 31 marzo 1998, n. 114 e del 30% delle ulteriori aperture domenicali previste a livello territoriale. Non saranno tenuti ad assicurare le prestazioni di cui al presente comma i lavoratori rientranti nei casi sotto elencati:

          le madri, o i padri affidatari, di bambini di età fino a 3 anni;
          i lavoratori che assistono portatori di handicap conviventi o persone non autosufficienti titolari di assegno di accompagnamento conviventi.

          Altre ipotesi potranno essere concordate al secondo livello di contrattazione.

          In relazione a quanto previsto dal comma 5 del presente articolo, ai lavoratori che non beneficiano di trattamenti economici o di maggiorazioni di miglior favore previsti dalla contrattazione integrativa o comunque acquisiti, verrà riconosciuta la sola maggiorazione del 30% sulla quota oraria della normale retribuzione di cui all’art. 193 per ciascuna ora di lavoro prestata di domenica. Tale maggiorazione è omnicomprensiva e non cumulabile.

          Fermi restando le maggiorazioni e i trattamenti economici di miglior favore già concordati nell’ambito della contrattazione integrativa territoriale o aziendale, ai lavoratori – anche con orario di lavoro a tempo parziale – che abbiano il riposo settimanale fissato in un giorno diverso dalla domenica, sarà riconosciuta la sola maggiorazione omnicomprensiva e non cumulabile del 30% a partire dal 1° gennaio 2010, sulla quota oraria della normale retribuzione di cui all’art. 193, per ciascuna ora di lavoro effettivamente prestata di domenica.

          Le maggiorazioni di cui al presente articolo sono assorbite, fino a concorrenza, da eventuali trattamenti aziendali in atto nonché da quelli già previsti da accordi vigenti al secondo livello di contrattazione in materia di lavoro domenicale e sono comunque escluse dalla retribuzione di fatto di cui all’art. 195.

          Fermi restando le maggiorazioni e i trattamenti economici di miglior favore concordati nell’ambito della contrattazione integrativa territoriale o aziendale, per le ore di lavoro straordinario prestate di domenica troverà applicazione la disciplina di cui all’art. 137.

          La disciplina di cui al presente articolo sarà vigente fino al rinnovo del presente CCNL.
          Dichiarazione delle Parti

          Le parti convengono che i trattamenti economici di cui al presente articolo rientrano nelle ipotesi di cui all’art. 2, comma 1, lett. c) del DL 93/2008, convertito nella Legge n. 126/2008.

      • E poi scusi il part time legge 90 post maternitá si può chiedere quando si è ancora in congedo parentale senza essere rientrati a lavoro? Perchè io ho aspettato di tornare e mi è stato rifiutato la mia collega che ancora è congedo parentale lo ha chiesto prima di me non è ancora rientrata ma gli è stato concesso anche se si superava la percentuale del 3% sul totale dipendenti… ( 47 dipendenti con giá un part time post maternitá). Mi scuso ma mi trovo in una posizione difficile e non le sto a spiego il trattamento che mi riservano. Grazie ancora per l’aiuto e le informazioni.

    • Buongiorno,volevo sapere se nel mese di agosto,quando sono in ferie,maturo le ferie,grazie mille!

  2. Buon pomeriggio, facendo riferimento alla richiesta della sig.ra Melinda, anche io ho un bimbo di età inferiore ai tre anni e ho chiesto info ad un sindacato circa questa legge, ma mi hanno risposto che poiché nel mio contratto di lavoro(part time) è compresa la domenica lavorativa non posso far valere questo diritto. Mi hanno detto una cosa sbagliata? Grazie

  3. Buongiorno, lavoro anche io nella grande distribuzione full time, la mia azienda mi fa lavorare a domeniche alternate e quindi rispetta le 25 all’anno, ma cosa per cui le scrivo che nel caso di apertura del negozio nelle festività vero si che non sono tenuto a lavorare, ma se sto a casa visto che il negozio è comunque aperto devo prendere un permesso o ferie è corretto da parte dell’azienda?? Grazie

  4. Salve , io faccio il pizzaiolo da artigiani ,assicurato con contratto inderminato e lavoro tutte le domeniche ,e riposo il lunedì ,posso farlo ?e ho scoperto che in busta paga alla voce magg. Ore domenica non mi vengono conteggiate tutte le ore effettivamente lavorate di domenica , c’è una ragione legale x questo ?

  5. Anche tutte le domeniche sono obbligata a lavorare? Io riposo il sabato e la domenica solo se vado in ferie

  6. Buongiorno le volevo chiedere, io lavoro in una cooperativa impresa di pulizie ho iniziato il 5 ottobre e finisco il 31 dicembre. Posso andare in ferie con un preavviso di un mese?

  7. Buon giorno
    Mi chiamo Laura e sono una commessa parte time 30 h
    La mia azienda a esposto il piano ferie annuale dove decide dove possiamo chiedere ferie imponendosi dunque solo quelle .
    Per le ferie estive invece ci impone di andare per turno una alla volta con settimane che partono dal 5/06 al 24/09
    Inoltre ha tenersi 14gg che verranno decisi solo da loro quando possono essere usufruito
    Tutto questo è possibile?

  8. Buongiorno Francesco! Io lavoro full time come commessa in un negozio di abbigliamento e sono stata assunta nel 2012 con i nuovi contratti del commercio voluti dalla riforma Monti. Io lavoro tutte le domeniche e tutte le festività dell’anno…abbiamo chiesto di poter avere qualche domenica libera ogni tanto ma ci è stato risposto che da contratto dobbiamo lavorarle tutte e cosi anche per i giorni festivi. È vero??? Grazie irene

  9. Buongiorno, sono un lavoratore della grande distribuzione con contatto full time che prevede la prestazione del lavoro anche la domenica fino a 6gg su 7. Nel caso durante la settimana ci fosse un giorno festivo, l’azienda può segnarmi il giorno di riposo nel festivo e non pagarmi alcuna maggiorazione ( o la giornata in più)? Premetto che non ho un giorno fisso di riposo assegnato e non c’è neppure una rotazione definita, di volta in volta ne assegnano uno in base alle esigenze loro.
    Grazie

  10. Buongiorno Francesco, anche io sono un “fortunato” lavoratore della G.D.O. Potrebbe gentilmente dirci in modo nitido ed esaustivo come dovrebbero essere gestite le Domeniche ed i conseguenti riposi compensativi, perché ad esempio nell’azienda per la quale lavoro, il riposo è dato nella settimana dove è previsto il lavoro domenicale, spesso di Martedì, poi ti ritrovi a dover lavorare per 11 giorni consecutivi prima di arrivare al riposo successivo, che coincide con la Domenica della “seconda” settimana. Nella speranza di essere stato chiaro, la saluto e la ringrazio per l’attenzione.
    Paolo

    • Buongiorno Paolo, la Legge 66 del 2003 impone un giorno di riposo dopo sei giorni di lavoro. A volte, impropriamente, i sindacati confederali firmano accordi che “permettono” di non rispettare questa norma importante.

  11. Buongiorno nuovamente, intanto La ringrazio per la cortese disponibilità sin qui dimostrata con tutti noi; successivamente volevo quindi chiederLe, come possiamo rivalerci o comunque opporci, qualora la cosa non fosse a noi gradita? Grazie e buona serata.

  12. Ovviamente! Ma qui vige la rassegnazione!!!
    Grazie di tutto.
    Paolo

  13. Buongiorno , sono stata assunta come apprendista il 21/09/2007 e poi confermata con contratto indeterminato ad aprile 2011 nella gdo. Nel mio contratto c’è scritto da Lunedì al Sabato (38 ore settimanali) e poi c’è la postilla in caso di lavoro domenicale dovrei lavorare la domenica. Quando io ho firmato si stava aperti una domenica al mese , ormai siamo aperti sempre, volevo sapere se per legge ne devo fare il 30% (25) o sono obbligata a farle tutte? Ovviamente la mia azienda mi dice che sono tutte obbligatorie ma non sono convinta di questo, per di più la mia firma sul contratto e’ antecedente al decreto salva Italia o no? Scusi il papiro ma ormai continuo ad andare da i sindacati e ho pareri discordanti…
    Grazie Cristina

    • Buongiorno, a causa della cattiva contrattazione collettiva lei è costretta ad assicurare la sua prestazione lavortiva poer un massimo di 25 domeniche.

      • Salve, rieccomi, proprio oggi ho avuto un diverbio con il mio datore di lavoro che minaccia di prendere provvedimenti nei miei confronti (dice che sono soggetta a licenziamento perché non rispetto il contratto) proprio perché all’ennesimo richiamo per domeniche obbligatorie ho risposto che per legge ne devo fare 25 … nel caso andassi in causa con l’azienda sono nel giusto? Loro sostengono che le devo fare tutte!!! Ovviamente ho dato disponibilità per quelle Natalizie ma ho detto che nefaccio al massimo 26 …
        La ringrazio infinitamente !
        C’ristina

  14. Buongiorno Sig. Iacovone,
    Sono un lavoratore part time 20 ore in un ipermercato assunto nell’ottobre 2011 ma se prima lavoravo 2 domeniche al mese ora le lavoro tutte da 3 anni (ho il riposo solo martedi e venerdi) e per fortuna non faccio tutte le festività perché sono a rotazione.
    Vorrei chiederle se esiste un limite massimo alle domeniche annuali lavorative.
    Se chiedo al mio ispettore di filiale lui mi dice che da contratto io devo lavorare tutte le domeniche ma adesso sinceramente sono stanco di queste risposte dopo 6 anni di servizio.
    La ringrazio

  15. Buonasera vorrei chiederle se l’esenzione al lavoro domenicale vale solo per i full time? Io sono part time 24 ore con domeniche in contratto e la mia azienda mi ha detto che a me non spetta L esenzione al lavoro domenicale perché sono part time mentre la norma si riferisce ai full time… mi può fare chiarezza?

  16. lavoro in un ente di formazione, con contratto a tempo indeterminato a part-time da lunedi a giovedi per 18 ore settimanali, quindi part-time orizzontale.
    L’ente e’ aperto da lunedì al venerdì.
    Vorrei sapere:
    1) le ferie sono conteggiate interamente o a part-time? Prima del part-Time avevo 26 giorni l’anno, ora il consulente le calcola ad ore;
    2) il permesso non retribuito che ho chiesto per due giorni interi e non ad ore, mi è stato pagato ad ore, quindi frazionato, sono frazionabili? il consulente me le conteggia ad ore, la mia giornata lavorativa è di 4,5 ore;
    3) Abbiamo chiesto di potere lavorare anche fino al venerdì per 4 ore al giorno, quindi per 20 ore settimanali e ci hanno detto che le ferie saranno sempre conteggiate ad ore e non per intero. E’ così?
    La ringrazio per le sue risposte che attendo con ansia.
    Lina

  17. sono sempre Lina, vorrei fare una correzione nella mail precedente a questa.
    L’ENTE E? APERTO DA LUNEDI’ A GIOVEDI’ E NON A VENERDI’.
    grazie

  18. jessenia.rojasc@gmail.com

    Buongiorno, Sono Jessenia. Ho un contratto part time e mia figlia ha compiuto i 3 anni ad Aprile. Lavoro in un grande magazzino svedese e per questo 2 Giugno mi hanno detto che visto le poche adesioni io devo lavorare perché ero in turno e il mio contrato lo prevede. Lei che cosa mi può dire. Grazie
    Jessenua

    • Buongiorno Jessenua, il lavoro festivo non è mai obbligatorio e le ultime sentenze di Cassazione sono lì a testimoniarlo.

      • Salve,
        Sono uno commesso impiegato contratto di somministrazione part time 24 , scritto dal lunedì alla domenica . L’azienda utilizzatrice mi può obligare a lavorare in qualsiasi giorno o posso chiedere dei giorni stabiliti? Mi può obbligare di fare tutte le domeniche ?

        • Buongiorno, dipende dalla sua grigli oraria e dalle clausole flessibili ed elastiche, nel caso in cui le avesse firmate.

          • Salve,
            Sono uno commesso impiegato contratto di somministrazione part time 24 , scritto dal lunedì alla domenica . L’azienda utilizzatrice mi può obligare a lavorare in qualsiasi giorno o posso chiedere dei giorni stabiliti? Mi può obbligare di fare tutte le domeniche ?

          • Buongiorno, dipende dal prospetto orario firmato all’atto dell’assunzione.

          • Buongiorno, la mia griglia oraria non risulta scritto nulla anzi non c’e.Sulla lettera di assegnazione è scritto part time 3 giorni dal lunedi alla domenica dalle 9 alle 20. e non mi risulta alcuna clausola flessibile ed elastica menzionata sul contratto. quindi l’azienda utilizzatrice può spostarmi i giorni lavorativi a suo piacimento (secondo le loro esigenze) e obbligarmi di fare tutte le domeniche ?
            GRAZIE MILLE

  19. Buongiorno Francesco lavoro per una nota catena di supermercati quella degli h 24 insomma. Il nostro punto vendita e’ un franchising e siamo aperti per fortuna non ancora h24 ma tutti i festivi e tutte le domeniche sia di mattina che di pomeriggio. La conseguenza è che per colpa di ferie e permessi non viene mai rispettato il diritto del riposo giornalieroo.
    Noi siamo state tutte assunte con un contratto vecchio e quindi antecedente la riforma Monti. Ieri mi è stato intimato dal mio capo che dovremmo fare 3 domeniche su 4 e quindi si superano alla grande le 26. Come posso agire? Rivolgendomi a un sindacato (piccolo problema noi siamo assunti da una società’ privata e non dalla GDO in questione )o facendo fare una lettera da un avvocato del lavoro come lei ? Nel quale si afferma che è nostro diritto farne un massimo di 26 e non siamo obbligati a fare i festivi? La ringrazio fin da ora Serena

  20. Ciao Francesco..volevo farti una domanda : quando mi hanno assunto ho ricevuto una proposta di stipendio che per risultare più appetibile comprendeva un fisso (straordinario forfait) .in seguito nonostante questa voce in busta ho sempre percepito anche gli straordinari… adesso la mia catena è stata rilevata da un altra azienda la quale ci ha assicurato che avrebbe mantenuto tutti i trattamenti attivi in precedenza Ora però è partita la guerra ai forfait.. quindi in orario mi trovo 45 ore settimanali anziché 40. È corretto ???
    Ciao claudio torino

  21. Salve sig. Francesco,
    Sono renato un commesso impiegato contratto di somministrazione part time 24, la mia griglia oraria non risulta scritto nulla anzi non c’e. Sulla lettera di assegnazione è scritto part time 3 giorni dal lunedi alla domenica dalle 9 alle 20. e non mi risulta alcuna clausola flessibile ed elastica menzionata sul contratto. L’azienda utilizzatrice ha il diritto di farmi lavorare in qualsiasi giorno o posso chiedere dei giorni stabiliti? Mi può obbligare di fare tutte le domeniche? l’astensione ai giorni di festività devono essere concordati quanto tempo prima?
    GRAZIE MILLE!

  22. Buongiorno Dott. Iacovone, cortesemente mi saprebbe aiutare dove posso trovare informazioni riguardante il comportamento da tenere a livello contrattuale commercio in caso di tentato furto, furto o rapina? Grazie Elsa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.